Tab Magazine

Tecnologie per assicurazione e banche

Carlo Acutis, “l’influencer di Dio”, proclamato Beato

Esponente della famiglia che controlla Vittoria Assicurazioni, è stato elevato agli onori degli altari ad Assisi. Appassionato di informatica, ha utilizzato internet per diffondere il Vangelo

 

Nella foto, il Beato Carlo Acutis (fonte: chiesadimilano.it)

 

Carlo Acutis è Beato. Il giovane esponente della famiglia che controlla Vittoria Assicurazioni, nato a Londra nel 1991 e scomparso al San Gerardo di Monza per leucemia fulminante nel 2006, è stato elevato agli onori degli altari alla Basilica Superiore di San Francesco, ad Assisi. Il rito di beatificazione è stato officiato dal Cardinal Agostino Vallini. La sua memoria è stata fissata il 12 ottobre, giorno della sua scomparsa.
Il Beato Carlo Acutis è un esempio di santità nella vita quotidiana e nella galassia digitale. “Era un ragazzo normale, semplice, spontaneo, simpatico (basta guardare la sua fotografia)”, ha detto il Cardinal Vallini nel corso dell’Omelia, “amava la natura e gli animali, giocava a calcio, aveva tanti amici suoi coetanei, era attratto dai mezzi moderni della comunicazione sociale, appassionato di informatica e da autodidatta costruiva programmi “per trasmettere il Vangelo, per comunicare valori e bellezza” (Papa Francesco). Aveva  il dono di attrarre e  veniva percepito come un esempio”.
Secondo il pensiero del neo-Beato, ha aggiunto il Card. Vallini, la rete “non è solo un mezzo di evasione ma uno spazio di dialogo, di conoscenza, di condivisione, di rispetto reciproco, da usare con responsabilità, senza diventarne schiavi e rifiutando il bullismo digitale; nello sterminato mondo virtuale bisogna saper distinguere il bene dal male. In questa prospettiva positiva incoraggiava ad usare i mass media come mezzi a servizio del Vangelo, per raggiungere quante più persone possibili e far loro conoscere la bellezza dell’amicizia con il Signore. A questo scopo si impegnò ad organizzare la mostra dei principali miracoli eucaristici avvenuti nel mondo (qui il sito, ndr), che utilizzava anche nel fare catechismo ai bambini”.
Proprio la sua passione e il suo talento nella tecnologia e nel web lo hanno indicato come possibile patrono di internet. E magari, ci permettiamo di proporre, anche del mondo insurtech, dati suoi legami familiari con in mondo assicurativo.

Maurizio Giuseppe Montagna

 

Show Buttons
Hide Buttons