Tab Magazine

Tecnologie per assicurazione e banche

Aruba e Fondazione Links insieme per la verifica automatica delle identità

Le due organizzazioni hanno avviato un progetto per ridurre l’errore umano mediante l’utilizzo dell’intelligenza artificiale

Il data centre di Aruba

 

Sviluppare congiuntamente algoritmi per realizzare una soluzione di riconoscimento digitale da remoto basata su intelligenza artificiale. E, con questa, ridurre l’errore umano nei processi di verifica delle identità. E’ l’obiettivo che si sono dati Aruba e la Fondazione Links, centro di ricerca informatico non profit fondato da Politecnico di Torino e Compagnia di San Paolo.
Le due organizzazioni vogliono utilizzare tecniche automatiche di presentation attack detection e verifica facciale, che non richiedano l’identificazione da parte di un operatore umano.
Il progetto sarà sviluppato su linee guida già tracciate, a cui hanno contribuito, tra gli altri, Barbara Caputo, docente di Ingegneria informatica e dei sistemi al Politecnico di Torino, Sebastien Marcel, membro senior nel team di ricerca sulla sicurezza biometrica all’Idiep di Martigny e Fabio Roli, ordinario di ingegneria informatica all’università di Cagliari.
Le due organizzazioni avevano già collaborato su progetti della Aruba Software Factory, società del gruppo fondata a Torino nel 2019, che si sta concentrando su cloud, trust services, trasformazione digitale, sicurezza dei dati, e-government e personalizzazioni di prodotti per i clienti aziendali.

Alberto Mazza

Show Buttons
Hide Buttons