Tab Magazine

Tecnologie per assicurazioni e banche

Assoutenti contro i monopoli nel telepedaggio

Furio Truzzi, presidente dell’associazione, appoggia lo schema che prevederebbe una “competizione tra diversi operatori”

 

Assoutenti considera del tutto positiva e dirimente l’indicazione che il parlamento ha dato al governo di prevedere un divieto esplicito a svolgere attività di fornitore di servizi di telepedaggio” per gli esattori attuali del balzello autostradale, sia “direttamente”, sia “attraverso società controllate e collegate. E ciò al fine di evitare distorsioni concorrenziali e conflitti di interesse”. Lo dichiara Furio Truzzi, presidente dell’associazione consumerista.


“Nel corso dell’esame parlamentare dello schema di decreto legislativo”, prosegue Truzzi, l’indicazione è “di attuare una reale apertura del settore del telepedaggio, favorendo la competizione tra diversi operatori a vantaggio dei cittadini, favorendo innovazione, competitività e trasparenza, eliminando all’origine qualsiasi potenziale conflitto d’interesse e garantendo agli utenti che i concessionari autostradali concentrino le attività e le risorse nel concreto miglioramento e nella messa in sicurezza delle tratte, rispettando i corretti parametri fra servizio offerto e pedaggio pagato. Si tratta di un primo e importante passo, in accordo con quanto disposto dalla normativa europea, per favorire la piena concorrenza nel settore ed evitare il configurarsi di possibili ed evidenti abusi di posizioni dominanti”.

Enrico Levaggi

Show Buttons
Hide Buttons