Tab Magazine

Tecnologie per assicurazione e banche

Attacchi Bec, i truffatori preferiscono le carte regalo

Secondo Atlas Vpn, le gift card sono state il canale di pagamento preferito dal 64% degli hacker che hanno compromesso mail aziendali nella seconda metà del 2020

 

Le carte regalo sono i canali di pagamento preferiti dai truffatori specializzati negli attacchi Bec (compromissione delle mail aziendali). Cioè, per dirla in parole più semplici, dagli hacker che si fingono persone conosciute dalle vittime attraverso un furto di identità o una compomissione dell’indirizzo e-mail per convincerle a trasferire loro denaro. Lo evidenziano i dati diffusi oggi da Atlas Vpn, società di sicurezza informatica, che ha esaminato questo tipo di violazioni nella seconda metà del 2020.
Secondo la statistica, il 64% di questi fuorilegge indica alle ignare vittime di pagarli con carte regalo. In testa ci sono le gift card di eBay, preferite dal 24% dei delinquenti, seguite da quelle di Google Play (15,5%).
In media, i criminali informatici chiedono un valore medio di circa 1064,33 euro in gift card.
Infine, osserva Atlas Vpn, il 61% degli hacker sceglie Gmail per effettuare attacchi Bec.

Alberto Mazza

 

Foto di Robinraj Premchand da Pixabay

Show Buttons
Hide Buttons