Tab Magazine

Tecnologie per assicurazioni e banche

Cuba apre alle criptovalute

Lo afferma una delibera pubblicata ieri sulla Gaceta Oficial, precisando che la banca centrale provvederà a regolamentare il loro utilizzo

Una veduta dell’Avana. Foto di SweetMellowChill da Pixabay

 

Cuba riconosce le criptovalute per i pagamenti. Lo afferma una delibera pubblicata ieri sulla Gaceta Oficial, specificando che le monete virtuali potranno essere utilizzate dove sussista un “interesse socioeconomico”. La banca centrale del paese, prosegue la comunicazione, provvederà a regolamentare il settore con regole ad hoc e ad accordare licenze ai fornitori di beni virtuali.
Tutte le operazioni di questo tipo saranno sottoposte al controllo delle istituzioni, e non potranno essere effettuate per attività illegali sull’isola.
La mossa potrebbe aiutare Cuba a eludere l’embargo statunitense e superare la difficoltà di approvvigionarsi di dollari.
A inizio giugno era stato El Salvador a occuparsi del denaro crypto, con una legge decisamente rivoluzionaria: dal 7 settembre, infatti, i bitcoin avranno corso legale in tutto il paese.

Show Buttons
Hide Buttons