Tab Magazine

Tecnologie per assicurazioni e banche

Le banche leader per utilizzo di sms

Lo afferma un’indagine realizzata da Pwc. A trainare gli istituti di credito è stata l’autenticazione a due fattori introdotta dalla Psd 2

 

Il settore bancario e finanziario è il più attivo nei servizi di messaggistica via telefonino in territorio italiano. Ed è anche quello che spende di più per questi servizi. Lo afferma un’indagine realizzata da Pwc e commissionata da Esendex, società che si occupa di soluzioni di messaggistica istantanea per il segmento business.
In particolare, banche e società finance hanno registrato la crescita più ampia (+36%) nell’utilizzo di sms negli ultimi tre anni, e sono in testa anche nelle previsioni, che vedono un ulteriore crescita del 46% entro i prossimi tre anni. A trainare l’incremento, almeno da settembre 2019 a oggi, è stata la Psd 2, che ha introdotto l’autenticazione a due fattori obbligatoria per le operazioni finanziarie. E che vede anche la messaggistica tra i metodi usati per la verifica dell’identità.
Ma c’è anche altro: le banche si servono degli sms anche per altri scopi, come il pagamento di rate, i piani di ammortamenti, la riscossione di importi e i pagamenti arretrati e il sald dei premi assicurativi.

Alberto Mazza

Foto di Niek Verlaan da Pixabay 

Show Buttons
Hide Buttons