Tab Magazine

Tecnologie per assicurazioni e banche

Zurich innovation world championship: l’oro vola in Canada

La competizione dedicata alle insurtech, a cui hanno partecipato 450 società in tutto il mondo, ha visto prevalere Chisel Ai, società con sede a Toronto che ha ideato uno strumento di natural language

 

Ron Glozman, fondatore di Chisel Ai

 

La canadese Chisel Ai ha vinto lo Zurich innovation world championship, competizione dedicata alle insurtech, a cui hanno partecipato 450 società in tutto il mondo. Lo ha annunciato oggi una nota del gruppo assicurativo tigurino.
Chisel Ai, che ha sede a Toronto, ha ideato uno strumento di natural language e di elaborazione dell’intelligenza artificiale; scopo della soluzione è permettere ad assicuratori commerciali e broker di estrarre, individuare e classificare fonti di dati non strutturati (come i documenti assicurativi) 400 volte più velocemente rispetto a quanto può fare un essere umano.
Al secondo posto, la statunitense Zesty.ai, il cui strumento di intelligenza artificiale è predisposto per fornire valutazioni proprietarie (anche utilizzando immagini satellitari e da droni) con l’obiettivo di migliorare la sottoscrizione, i prezzi e la risposta dopo l’evento.
Appaiate sul terzo gradino del podio, LifeNome (Colombia) e Soldier.ly (Australia); la prima ha avviato la piattaforma XHealth, che combina l’underwriting legato al benessere, per migliorare la salute dei clienti e far risparmiare gli assicuratori; la seconda ha realizzato una app per rilevare lo stress mediante gli smartwatch.
Le quattro start up premiate potranno ora sviluppare programmi pilota per mettere i loro prodotti e servizi a disposizione dei clienti Zurich.


Show Buttons
Hide Buttons