Tab Magazine

Tecnologie per assicurazioni e banche

Milano Hub, dieci progetti in cerca d’autore

L’iniziativa di Bankitalia è operativa da oggi. E il 27 settembre si aprirà la selezione delle idee che concorreranno per ricevere sostegno

Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia, nel videomessaggio registrato che è stato proiettato nel corso della presentazione

 

Saranno dieci i progetti che riceveranno supporto da Milano Hub, polo tecnologico di Bankitalia annunciato lo scorso dicembre e avviato ufficialmente stamattina. Nel dettaglio, come ha detto il governatore Ignazio Visco in un videomessaggio registrato e proposto durante la presentazione, l’iniziativa vuole spingere “l’evoluzione digitale del mercato finanziario, rafforzare il dialogo con tutti gli attori che ne sono parte, favorire l’attrazione di talenti e di investimenti”. Bankitalia si è datail compito di assistere gli operatori e collaborare allo sviluppo di progetti non con finanziamenti, ma con un sostegno consulenziale gratuito, assistendo gli operatori in analisi e ricerca, sviluppo dei progetti, e verifica della qualità e della sicurezza delle innovazioni.
La prima finestra di selezione si aprirà il 27 settembre e resterà a disposizione dei candidati fino al 29 ottobre 2021; sarà dedicata al tema: Il contributo dell’intelligenza artificiale nel migliorare l’offerta dei servizi bancari, finanziari e di pagamento alle imprese, alle famiglie e alla pubblica amministrazione, con particolare riguardo ai profili di inclusione finanziaria, efficace tutela del consumatore e sicurezza dei dati.
Regolamento e moduli per la domanda saranno pubblicati prima dell’apertura della finestra. Si sa già, però, che la scelta avverrà sul valore e la fattibilità dei progetti. I vincitori saranno proclamati il 13 dic embre e avranno sei mesi per realizzare la loro idea
L’iniziativa si affianca a Canale Fintech, spazio di dialogo con gli operatori realizzato dalla Banca d’Italia, e alla Sandbox regolamentare, per la sperimentazione assistita dalle autorità di vigilanza.

Alberto Mazza


Show Buttons
Hide Buttons