Tab Magazine

Tecnologie per assicurazione e banche

Nasce Bpl, la banca senza filiali. Con un progetto di trasformazione digitale

Il nuovo gruppo, nato da un processo di m&a, utilizzerà la tecnologia con l’obiettivo di migliorare i flussi aziendali, rendere automatici i processi decisionali, sviluppare nuovi modelli di business e integrare le varie realtà che compongono l’organizzazione

 

Paolo Caroli, amministratore delegato del gruppo Bpl

 

Un progetto di trasformazione digitale, con l’obiettivo di migliorare i flussi aziendali, rendere automatici i processi decisionali, sviluppare nuovi modelli di business e integrare le varie realtà del gruppo. A inaugurarlo è Bpl, nuovo gruppo scaturito dall’acquisizione, da parte di Banca Privata Leasing, di tre società specializzate nella cessione del quinto (Adv Finance, ProCredit e Adv Family).
Tra i cardini del piano di digitalizzazione, l’inserimento, in due anni, di almeno 80 neolaureati nelle discipline Stem dedicati alla digitalizzazione, l’adozione di strumenti che si basano su tecnologie cloud e la partecipazione in nell’azionariato di fintech.
Il gruppo darà spazio al digitale anche nell’organizzazione dei canali distributivi: la banca non aprirà infatti nessuna filiale e, per la raccolta del risparmio, utilizzerà solo il canale diretto, in forma di conto deposito on line. I punti “fisici” saranno negozi sul territorio affidati a imprenditori (agenti in attività̀ finanziaria o mediatori creditizi) e  consulenti esterni, e gestiranno solo i finanziamenti alle imprese (leasing e mutui) e a privati, (cessione del quinto).
Bpl à controllata per l’85,99% da Privata Holding, società della famiglia Spallanzani; partecipano all’azionariato anche Bper Banca e Top Partecipazioni.
L’amministratore delegato è Paolo Caroli.

Show Buttons
Hide Buttons